Iustitia est constans et perpetua voluntas ius suum cuique tribuens

Digesto 1.1

La giustizia è la volontà costante e ferma di dare a ciascuno ciò che gli spetta. Il diritto romano in questa come in altre massime similari, esprime quella che è la funzione propria del giurista: assicurare a tutti il riconoscimento dei propri giusti diritti.

 

L’ordinamento canonico che regge la Chiesa cattolica si è mantenuto più fedele rispetto agli ordinamenti civili degli Stati moderni ai principi del giusnaturalismo romanistico, per cui il diritto e la giustizia sono realtà oggettive che non nascono da un atto di autorità del Legislatore. In tal senso compito primario dell’Autorità è dunque proteggere l’ordine di giustizia che già esiste di per sé in natura.

Giudici ed avvocati, pur nella specificità del proprio ruolo, concorrono entrambi a che tutto ciò sia realizzato. Nondimeno più vasti sono gli ambiti di intervento dell’avvocato rispetto al giudice, poiché il suo operato non si limita alla sola fase giudiziale. Offre infatti assistenza per tutte le questioni di rilevanza giuridica in ogni fase del loro evolversi: trattative, stesure di contratti, pareri legali, redazione di atti e di statuti, controversie extragiudiziali, rapporti con le Pubbliche Amministrazioni.

Nel foro canonico posizione del tutto peculiare è quella dell’avvocato rotale per l’alta considerazione ed autorevolezza di cui gode. Solo coloro che sono iscritti nel ristrettissimo Albo degli avvocati rotali sono legittimati ad introdurre o ad assumere il patrocinio delle cause pendenti innanzi al Tribunale Apostolico della Rota Romana. Sono estremamente pochi, non più di una decina all’anno, coloro che riescono ad ultimare il lungo ed impegnativo Studio Rotale meritando il Diploma di Avvocato Rotale, l’unico titolo che consente l’iscrizione al relativo Albo. Lo Studio Rotale è un corso di alta formazione post laurea di durata triennale con frequenza obbligatoria, esercitazioni scritte mensili ed esami di profitto, strutturato per forgiare professionisti legali di livello superiore le cui competenze si estendono anche in quegli ambiti che sebbene metagiuridici sono di stretta utilità quali le scienze umane della psicologia e della psichiatria.